Foto e documenti storici del GRUPPO SPELEOLOGICO MARCHIGIANO Ancona.

La tessera dei soci

 

Dal 1948

Grotta del Fiume (Frasassi)

 

 

 

 

 

 

Da destra a sinistra e dall’alto in basso, la famosa squadra di punta del G.S.M che trovò il proseguimento oltre il laghetto della Grotta del Fiume: “Papo”, Giacomo Bugatti, Giovanbattista Legori, Dario Berti, Giuseppe Fiorini e “Vito”.

 

Giovanbattista Legori e Dario Berti nel laghetto della Grotta del Fiume

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Buca del diavolo”, Colfiorito 1955.

 

1968, Gambelli, Mirabella, Pergolotti, Cieri. Scatto di Lamberto Simoncini.

 

1968 “Pozzo della capra” Simoncini, Pergolotti, Gambelli, Cieri.

 

1968, Pozzo della Capra.

 

1968, Ritrovamenti all’interno del “Pozzo della capra”. Scatto di Lamberto Simoncini.

 

1968, “Pozzo della capra”, articolo apparso sul quotidiano “Voce Adriatica”

 

1969, fossile di mustelide rinvenuto nella Grotta della Madonna di FRASASSI dal Gruppo Speleologico Marchigiano (Archivio Cieri).

 

1969, “Grotta del Fiume” da Lamberto Simoncini

 

1969, “Grotta del Fiume” da Lamberto Simoncini

 

1969, “Grotta del Fiume” da Lamberto Simoncini

 

1969, “Grotta del Fiume” da Lamberto Simoncini

 

1968, Pergolotti, Bocchini, Gambelli, Simoncini, Cieri.

 

Grotte di S. Ustachio 1968. Gianni Cieri e Piero Mirabella (+)

 

1968, Fonte Gneletta

 

1969, Gianni Cieri durante il Corso di Speleologia. Discesa dal ponte di San Vittore di Genga.

 

1969. Simona Gagliardi, discesa di addestramento dal ponte di San Vittore di Genga.

 

“Grotta del Paradiso”, Ruffini, Casoli, Cieri, Tarulli.

 

“Grotta del Paradiso”, Tarulli, Cieri, Casoli, Ruffini.

 

 

Grotta del Paradiso

 

Grotta del Paradiso

 

1969. Giancarlo Cappanera, discesa in corda doppia dal ponte di S.Vittore di Genga

 

Maggio 1970, Grotta dell’Infinito. Giancarlo Cappanera e Fabio Sturba.

 

Giancarlo Cappanera, maggio 1970. Grotta dell’Infinito.

 

 

1970 Grotta della Speranza. Da sinistra, Maurizio Bolognini, Giancarlo Cappanera, Mauro Bolognini.

 

 

1971. Giancarlo Cappanera, Grotta Faticchiana

 

1971. Grotta Faticchiana, Cappanera, Bartolucci, Cioffi, Mauro Bolognini, Maurizio Bolognini. Notare le tre “tute bianche” da Parcheggiatori in prova (Autorizzati).

 

1970. La squadra di punta del G.S.M alla Grotta del Mezzogiorno. Da sinistra: Walter Zambianchi, Maurizio Bolognini, Giancarlo Cappanera, Giuseppe Gambelli, Fabio Sturba

 

1970. Secondo Corso di Introduzione alla Speleologia del G.S.M

 

Giuseppe Gambelli

 

 

 

Rolando Silvestri all’epoca della sua scoperta della Grotta Grande del Vento di Frasassi (25 settembre 1971)

 

Resto del Carlino

 

La seconda discesa del “Pozzo Ancona”,Fabio Sturba (nella scaletta per speleologi) ed in supporto Riccardo Bartolucci e Stefano Fiori

 

Fabio Sturba

 

1971. Giancarlo Cappanera, discesa nell’Abisso Ancona di Frasassi.

 

Giuseppe Gambelli in un sopralluogo di geologia nella Grotta Grande del Vento con i Prof.ri Bertolani, Rossi e Garutti dell’Università di Modena.

 

13.8.1981

 

Pietro Pazzaglia, Presidente del G.S.M negli anni 60′-70′.

 

A destra, Franco Ranzuglia

 

San Vittore di Genga, 21-22 maggio 1977. Rilievo topografico notturno degli ingressi alle grotte sulla parete sud-est di monte Valmontagnana (Buco Cattivo, Ingresso Fiorini, Ingresso del Tasso, Buco del Diavolo, Grotta dell’Infinito). Foto di gruppo dei partecipanti, al termine del rilievo. In piedi: Alessandro Pazzaglia, Alberto Recanatini, Roberto Recchioni, Giovanni Cieri, Costantino Cioffi, Claudia Sandroni, Fabrizio Strappa, Cecilia Totti, Pietro Pazzaglia In basso: Andrea Pazzaglia, Vittorio Bizzarri, Claudio Santolini, Maurizio Ferretti, Mara Santolini, Carlo Rossi, Sandra Sasso. La foto è stata scattata, sul piazzale di San Vittore, da Gabriele Pietroni, partecipante alle operazioni.

 

1978, Grotta del “Buco cattivo”

 

Gianni Cieri

 

Da sinistra: Gianni Cieri, Enzo Tarulli, Giuseppe Gambelli, Fabio Sturba, Maurizio Bolognini.

 

 

 

Claudio Santolini nella Grotta del Buco Cattivo

 

Tino Cioffi

 

 

Da sinistra, Fabio Sturba, Stefano Fiori, Tino Cioffi, Giuseppe Gambelli, Mauro Bolognini.

 

 

Amedeo Griffoni

 

Giuseppe Antonini

 

45° anniversario della scoperta della Grotta Grande del Vento di Frasassi. Da sinistra in piedi: Fabio Bentivoglio,Gianni Cieri,Maurizio Bolognini,Fabio Sturba,Giancarlo Cappanera,Stefano Fiori,Pietro Pazzaglia (Presidente del G.S.M),Mauro Bolognini,Amedeo Griffoni,Mario Pia.In basso:Claudio Santolini.

 

 

Preg.mo Gen.Filiberto Cecchi

Presidente del Consorzio FRASASSI

Largo Leone XXII, 1

60040  GENGA

Palermo li,04/3/2013

Oggetto: Un sentito ringraziamento ed una preghiera da Giancarlo Cappanera

Egr.Sig.Generale Cecchi,

ho ricevuto con grande piacere e soddisfazione la tessera di accesso alle Grotte di Frasassi che lei, con ammirevole cortesia, mi ha concesso avendo io guidato la spedizione che ha scoperto la Grotta Grande del Vento di Frasassi.

La sua sensibilità ha trasformato la mia amarezza, durata 40 anni, in orgoglio e riconoscenza nei suoi confronti e verso il Consorzio Frasassi.

La mia professione mi ha permesso di visitare bellissimi luoghi lontani ma il mio cuore ha portato sempre con se, immutata, l’ineguagliabile gioia che ho sempre provato nell’arrampicarmi sulle nostre montagne di Genga e nel calarmi nelle loro viscere.

Nel 1971 io, come componente del Gruppo Speleologico Marchigiano C.A.I di Ancona (G.S.M), ho diretto un Corso di addestramento per nuovi speleologi durante il quale un mio allievo, Rolando Silvestri, ha insistito perché insieme a lui andassi a verificare l’esistenza di una “tana” sul Monte Valmontagnana.

In tale circostanza il 25 Settembre del 1971 (non il 28), su indicazione dello stesso, noi del G.S.M abbiamo avuto la fortuna, la gioia e l’onore di scoprire l’entrata della Grotta più bella d’Europa.

In occasione dei festeggiamenti da voi organizzati per il 40° di Frasassi, con grande nostra soddisfazione avete chiesto al Gruppo Speleologico Marchigiano l’elenco di coloro che avevano dato un contribuito maggiore durante le prime esplorazioni, questo al fine oggi realizzato di attribuirci un sentito riconoscimento attraverso la consegna di una tessera di accesso gratuito alle Grotte.

Per una incredibile ma inaccettabile svista, nella lista che vi è stata consegnata mancava proprio il nome di Rolando Silvestri che, anche in tutte le vostre pubblicazioni, è giustamente citato come lo scopritore della Grotta Grande del Vento.

L’immediata correzione fatta verbalmente da me e subito dopo dal nostro Presidente del C.A.I di Ancona, nella concitazione dell’evento, probabilmente, è andata smarrita.

Con questa mia desidero evidenziarle la nostra mortificazione per tale imperdonabile dimenticanza dovuta forse ad uno smemorato compagno e di conseguenza la prego di rendere giustizia e merito al primo e unico vero scopritore delle grotte, inviando anche a lui una meritatissima tessera di accesso.

Rolando Silvestri, oggi architetto ed esperto in restauri, è una persona schiva e non ha mai preteso nulla se non lo stesso riconoscimento morale che è stato dato dal Consorzio a chi scrive ed agli altri.

Certo di un suo sensibile interessamento, la ringrazio sentitamente segnalandole in calce il suo indirizzo.

Grazie e cordiali saluti da  Giancarlo Cappanera

Quelli dell’impresa.

2016. Da sinistra, Costantino Cioffi, Giuseppe Gambelli, Fabio Sturba.

Grotta del Vernino, 24 aprile 2017. Da sinistra, Fabio Sturba, Gianni Cieri, Costantino Cioffi.

2017, CostanTINO CIOFFI nella Grotta Grande del Vento.

Le foto storiche sono state scattate da alcuni componenti del Gruppo Speleologico Marchigiano e/o provengono dai loro archivi privati.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes